Un weekend con il Vescovo

Esercizi spirituali weekend - 4 5 6 Marzo 2011

weekend-vescovo-03-2011di Federica Negri

E questa volta mi ha chiamata a Villa Immacolata. Chi? Gesù! Certo, la Sua fantasia talvolta disorienta: da Bologna, venire a fare gli esercizi vicino a Padova, come se non avessimo delle belle proposte anche nella nostra Diocesi!

In più un altro motivo di stupore e di gioia per me: i primi esercizi spirituali insieme a mio marito (siamo sposati da quasi due anni e ci conosciamo da tre). Non è di poco conto condividere un'esperienza sempre forte e unica insieme a colui che il Padre ha pensato per te.

Così ci siamo prenotati per tempo e abbiamo atteso a lungo questi giorni di Grazia. Sicuramente mi incuriosiva anche vivere degli esercizi guidati da un Vescovo. Credo che sia un fatto straordinario e, ora che ho vissuto l'esperienza, sono convinta che tutti i Vescovi dovrebbero predicare degli esercizi almeno una volta all'anno.

Certamente Monsignor Mattiazzo ha il dono di saper trasmettere il suo pensiero in modo appassionato. La sua fede si percepisce da quello che dice ma sembra quasi incarnarsi guardando i suoi occhi sempre luminosi e sorridenti . E allora è contagioso!

Ma non è finita qui. A Villa Immacolata ci siamo trovati in un ambiente molto accogliente, complici il posto, le Suore che lo gestiscono, Don Federico che sovrintende e anche le persone che abbiamo avuto modo di conoscere e che hanno vissuto gli esercizi insieme a noi. Allora aggiungiamo pure questi doni alla lista!

Non voglio entrare nello specifico di cosa ha voluto dirmi Gesù in questo momento della mia vita. Però vorrei testimoniare che ancora una volta ha trovato modi tutti suoi e impensati di parlare al cuore, di fare luce, di consolare ma anche di spronare. Ogni esperienza è diversa e dobbiamo davvero lasciarci andare e far fare a Lui.

Cosa porto a casa? Lo stupore e la gratitudine a Dio e a tutte le persone incontrate, volti che hanno testimoniato la fede, ognuno nel proprio originalissimo e unico modo.

Che cosa dico a coloro che leggeranno queste parole? Come tutti gli innamorati, vorrei essere contagiosa. Come tutte le persone che hanno sofferto, vorrei dire di avere fiducia perché Gesù ha a cuore ognuno di noi e trova il modo di farci arrendere al Suo amore!